Caporalato, allo studio legge confisca beni a imprese irregolari. Fai-Cisl: “Bene governo. Lanciare controffensiva”

CaporalatoPresto una legge per la confisca dei beni delle imprese che si macchiano del reato di caporalato e un piano organico di contrasto entro 15 giorni. E’ quanto ha promesso il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina dopo il vertice tenuto al Ministero insieme al titolare del Lavoro Giuliano Poletti e ai principali attori della filiera agroalimentare. Alla riunione era presente il segretario confederale della Cisl e commissario nazionale della Fai-Cisl Luigi Sbarra che ai microfoni di InBlu Radio: “La riunione è stata importante e positiva perché può rappresentare un’importante opportunità per lanciare una controffensiva nazionale al caporalato e al lavoro irregolare in agricoltura. Il governo si è assunto la responsabilità di mettere in campo iniziative concrete”.

Intervista di Giorgia Bresciani

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone