Buona la prima, Vertice Ue: le voci critiche sul Trattato di libero scambio con gli Usa

Venerdì 16 settembre alle 18.13

bratislava

Venerdì 16 settembre, a Buona la prima, alle 18.13 su inBlu:
La prima pagina de Il Sole 24 Ore; collegamento con il desk centrale, Mauro Meazza, caporedattore centrale
La prima pagina de La Gazzetta del Sud; collegamento con il desk centrale, Alessandro Notarstefano, direttore

Vertice Ue: le voci critiche sul Trattato di libero scambio con gli Usa
Il parere di Monica Di Sisto, portavoce campagna Stop Ttip
Vertice Ue a Bratislava – In agenda Brexit, flessibilità, immigrazione ma anche il Trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti. Il TTIP è un accordo commerciale di libero scambio in corso di negoziato dal 2013 tra Ue e Usa. L’obiettivo dichiarato è quello di integrare i due mercati, riducendo i dazi doganali e rimuovendo in una vasta gamma di settori le barriere non tariffarie, ossia le differenze in regolamenti tecnici, norme e procedure di omologazione, standard applicati ai prodotti, regole sanitarie e fitosanitarie. Ciò renderebbe possibile la libera circolazione delle merci, faciliterebbe il flusso degli investimenti e l’accesso ai rispettivi mercati dei servizi e degli appalti pubblici. Se il progetto andasse in porto, verrebbe creata la più grande area di libero scambio esistente, poiché UE e USA rappresentano circa la metà del PIL mondiale e un terzo del commercio globale. Ma Germania e Francia hanno espresso perplessità sulle richieste americane e si sono dette contrarie al libero scambio “senza regole”. Anche diversi movimenti della società civile sono critici; Monica Di Sisto, vice presidente di Fair Watch e portavoce della campagna Stop Ttip

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone