Buona la prima – ‘Ndrangheta: arrestato il boss Antonio Pelle, latitante dal 2011, capo dell’omonima cosca di San Luca (RC)

Mercoledì 5 ottobre alle 18.13

c_2_articolo_3034757_upiimagepp

Mercoledì 5 ottobre, a Buona la prima, alle 18.13 su inBlu:

La prima pagina de la Repubblica; collegamento con il desk centrale, Tiziana Testa, vicecaporedattore

La prima pagina de Il Mattino di Napoli; Francesco De Core, caporedattore centrale

‘Ndrangheta: arrestato il boss Antonio Pelle,  latitante dal 2011, capo dell’omonima cosca di San Luca (RC)

Intervista a Francesco Forgione, ex presidente Commissione antimafia e autore de ‘I tragediatori’, in uscita domani per Rubbettino

Era latitante dal 2011, Antonio Pelle, 54 anni, detto “la Mamma”, capo indiscusso dell’omonima cosca detta dei “Vancheddu” di San Luca (Rc), inserito nell’elenco de 100 latitanti più pericolosi del ministero dell’Interno. Protagonista di quella faida che culminò nella strage di ferragosto di Duisburg, nel 2007. Agenti della squadra mobile di Reggio Calabria e dello Sco, il servizio centrale operativo della Polizia, lo hanno arrestato stamane. Si nascondeva in un bunker all’interno della sua casa di Bovalino. Deve scontare 20 anni. Il contrasto alla mafia oggi ha ottenuto un altro risultato con la confisca di 100 milioni ad un imprenditore di Monreale. In crisi invece alcuni dei protagonisti e dei movimenti di quella stagione antimafia sorta in reazione alle stragi del 1992. Almeno secondo Francesco Forgione, già presidente della Commissione antimafia e autore del libro ‘I tragediatori, la fine dell’animafia e il crollo dei suoi miti’, in uscita domani per Rubbettino

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone