Buona la prima – Invecchiamento: In Italia 3 milioni di over 80 e nel 2050 gli over 65 saranno il 34,3% della popolazione. Serve un Fondo unico per la non autosufficienza con contribuzione obbligatoria.

giovedì 9 febbraio alle 18.13

anzianiGiovedì 9 febbraio, a Buona la Prima, alle 18.13 su inBlu:

La prima pagina de Il Corriere della Sera; Enrico Caiano, caporedattore centrale

La prima pagina di Repubblica-Palermo; Enrico del Mercato, caporedattore

Giuseppe Caporaso in studio per il lancio di Attenti al Lupo, in onda alle 19 su TV2000

Invecchiamento – In Italia 3 milioni di over 80 e nel 2050 gli over 65 saranno il 34,3% della popolazione.  Serve un Fondo unico per la non autosufficienza con  contribuzione obbligatoria.

Intervista a Enzo Costa, presidente Auser

Le fasce di reperibilità  in casa nei giorni di malattia dovrebbero essere uguali per pubblico e privato ed essere almeno di 7 ore anche per i lavoratori privati. Lo sostiene il presidente dell’Inps, Tito Boeri, intervenuto alla Camera alla presentazione della ricerca dell’Auser sull’invecchiamento attivo. All’Inps, infatti, con la riforma Madia dovrebbero passare  i controlli anche dei dipendenti pubblici,  che finora spettavano alle Asl. L’ottica è quella di rendere efficiente un sistema e reperire così risorse anche per l’assistenza pubblica alla non autosufficienza, problema consistente con una popolazione di over 65 che rappresenta il 21,4% del totale e che nel 2050 sarà il 34,3. Gli over 80 sono il 6,4% a fronte di una media europea del 5,1%. La spesa pubblica – che non copre i bisogni, è pari all’1,9 del Pil e nel 2060 dovrebbe passare al 3,2. Tra le proposte un Fondo unico per la non autosufficienza con contribuzione obbligatoria, compresi i privati e i pensionati; Enzo Costa, presidente dell’Auser

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone