Una nuova settimana insieme a inBlu Radio

Intensa anche in queste giornate l’attività di Papa Francesco, che sabato mattina incontra la Comunità di Capodarco, mentre domenica guida, a mezzogiorno, la preghiera dell’Angelus in Piazza San Pietro (in diretta, in collaborazione con Radio Vaticana). E poi, nel pomeriggio, Francesco va in visita alla chiesa anglicana “All Saints” di Roma, gesto ecumenico di grande rilevanza.  Di tutto questo si parlerà in Ecclesia e nei nostri Radiogiornali, come anche del convegno in corso a Firenze per iniziativa dell’Ufficio nazionale per i Problemi sociali e il lavoro della Cei: un’altra tappa in preparazione delle Settimane Sociali di Cagliari, in programma a fine ottobre. Sempre guardando l’agenda del Papa, mercoledì prossimo, dopo l’udienza generale, nel pomeriggio Francesco sarà nella chiesa di Santa Sabina, per la Messa delle Ceneri, con cui inizia il tempo di Quaresima.

Attualità

Numerosi i temi in primo piano nell’informazione InBlu, a partire dai Radiogiornali quotidiani fino ai programmi di approfondimento giornalistico. Sotto i riflettori la crisi politica del PD che si avvia al congresso ed i riflessi che tale situazione può avere su governo e Parlamento. E poi la situazione economica del nostro Paese e la richiesta dell’Europa a Roma di risistemare entro aprile l’equilibrio dei conti pubblici, con una manovra finanziaria aggiuntiva da quasi 3 miliardi e mezzo. In evidenza, poi, resta sempre il tema dell’immigrazione: dopo le tragedie con decine di profughi morti in Libia negli ultimi giorni, si moltiplicano gli appelli della società civile perché la politica intervenga sull’emergenza. Non soltanto a livello italiano, ma europeo e addirittura globale. Intanto, per fortuna, sono molte e vengono “dal basso” le storie positive di accoglienza e integrazione. Come quella che Alessandra Giacomucci ha raccolto a Pistoia, dove un sacerdote che ha accolto e segue in parrocchia un gruppo di giovani migranti, ha fatto confezionare le tuniche dei bambini della prima comunione a due ragazzi, sarti, del Gambia, di fede musulmana. Si chiama don Massimo Biancalani (ascolta l’intervista).

 Sport

Nel Buongiorno inBlu sportivo di sabato 25 febbraio la “colazione” di apertura del programma curato e condotto da Ugo Scali la faremo stavolta con la campionessa olimpionica di judo, Odette Giuffrida. Spazio all’approfondimento sul futuro del movimento paralimpico alla luce delle novità varate dal Governo. Ne parliamo con Luca Pancalli, presidente del Comitato paralimpico italiano. Per il calcio, commenti sulla settimana di Coppe europee, con l’uscita di scena a sorpresa dall’Europa League della Fiorentina e l’esonero di Claudio Ranieri dalla panchina del Leicester. A commentare queste notizie con noi sarà il direttore editoriale del Corriere dello Sport.it, Xavier Jacobelli.  In scaletta, poi, anche la presentazione della nuova Ferrari di Formula Uno, a poco più di un mese dall’inizio del campionato mondiale. Ne discuteremo con Vittorio Gerosa, presidente della Scuderia Ferrari club di Erba. Spazio poi allo sci, con la prestigiosa medaglia d’oro nel fondo conquistata da Federico Pellegrino. Il 26enne poliziotto aostano ha trionfato sulle nevi di Lahti, in Finlandia. Per il rugby, sempre in primo piano i match del Torneo 6 Nazioni. Parlano gli azzurri a poche ore dalla sfida di sabato con l’Inghilterra, in terra britannica. Tra gli altri temi, della trasmissione anche  il binomio “scuola e sport”, con il concorso nazionale ”Donna sport – l’Atleta più brava a scuola”. Intervista a Diana Bracco, presidente del gruppo Bracco, che organizza l’evento. Ed ancora, poi, parleremo dei numeri della pratica sportiva in Italia, diffusi in questi giorni dall’Istat. Nello spazio del disco per il fine settimana ospiteremo Roberto Pinna, produttore discografico. Campionato di calcio di Serie A, basket, volley e tante altre discipline in risalto anche negli appuntamenti sportivi di lunedì mattina (9-10) e pomeriggio (15-17), sempre con Ugo Scali a condurre in studio, affiancato da Marco Parce nel Pomeriggio InBlu

 Buongiorno e  Piazza InBlu

Nei due programmi curati e condotti da Chiara Placenti (ogni giorno, tranne il sabato, dalle 7.05 e alle 10) sempre in primo piano i principali fatti della cronaca italiana ed internazionale, raccontati ed analizzati insieme ad esperti e protagonisti delle diverse vicende. Introdotti da un’ampia pagina di rassegna stampa, per illustrare agli ascoltatori quali temi e quali notizie mettano ogni giorno in risalto i quotidiani.

 Mattinata InBlu

Siamo pronti per una nuova settimana insieme a Daniela Lami e Max Occhiato. Si parte il 27 febbraio, come ogni lunedì con le ultime novità dal mondo della tecnologia e tante storie di solidarietà e coraggio. Martedì 28 incontreremo invece la chef Rita Monastero, per il suo ultimo libro “Piatti dimenticati” (Feltrinelli), un viaggio attraverso gli anni e la tradizione per riscoprire sapori e ingredienti semplici e genuini. Nostro ospite sarà anche Alessandro Perisinotto, per “Quello che l’acqua nasconde” (Piemme). Giovedì 2 marzo puntata ricca di cinema e teatro. Con Debora Caprioglio vi racconteremo “Alla faccia nostra”, spettacolo attualmente in scena a Milano, tratto da una commedia di Pierre Chesnot. Il venerdì, come di consueto, si viaggia alla ricerca degli appuntamenti più interessanti e gustosi del week-end. Questa settimana incontreremo Enrico Lupi presidente di “Città dell’olio”. Mattinata InBlu va in onda dalle 10.06 alle 12, tutti i giorni, dagli studi di Milano e Roma.

 Ecclesia la Domenica

In questa puntata, in onda come sempre alle 9 del mattino, focus sulla scuola “Economia e Comunità” nella diocesi di Grosseto. Incontriamo Fulvio Bernardini, artista contemporaneo, e parliamo del progetto di evangelizzazione giovanile attraverso la musica “Tu sei bellezza, per questo sei al mondo”. Ascoltiamo poi la conclusione de “La Creazione” di Haydn. Parliamo con monsignor Giancarlo Perego, direttore della Fondazione Migrantes, nominato dal Papa nuovo arcivescovo di Ferrara-Comacchio. Infine, ci spostiamo in Centrafrica, dove di recente ci sono state purtroppo nuove violenze.

Il Portone di bronzo

Il programma affidato a Rita Salerno, questa domenica torna ad occuparsi dei Musei Vaticani. Stavolta incontriamo il nuovo direttore della struttura espositiva conosciuta in tutto il mondo, Barbara Jatta, che dal 1° gennaio ha preso il posto di Antonio Paolucci. Nella lunga intervista, rilasciata a InBlu, Barbara Jatta racconta le sfide che attendono il polo museale tra i più visitati di tutto il pianeta. Il Portone di bronzo va in onda domenica, alle ore 19.50.

 Pomeriggio InBlu

Questa settimana, tra gli argomenti in primo piano nel programma condotto da Marco Parce e Raffaella Frullone, il 28 febbraio parleremo del gran finale del Carnevale, col Martedì Grasso. Racconteremo le tradizioni italiane, ma smonteremo anche una “bufala” girata in questi giorni su molti mass media italiani: la crisi del Carnevale in Brasile, annullato o ridotto in molte città carioca. Una “fake new”, appunto: con una collega del quotidiano Avvenire – in questo periodo proprio in Brasile – e che conosce bene il più grande Paese latinoamericano, vi spiegheremo perché. Spazio poi al Musical  “The Bodyguard  -Guardia del Corpo”, basato sull’omonimo film della Warner Bros, per la prima volta in Italia.  Sempre sotto i riflettori della trasmissione, ogni giorno, le principali notizie di attualità, cronaca e spettacolo. Il tutto accompagnato dalla selezione musicale di InBlu.

Cosa c’è di buono?

La settimana del programma condotto da Lucia Schillaci verrà aperta lunedì dalla voce di Vanni Biordi, che da Radio L’Aquila1 ci racconterà degli eventi nell’area aquilana. Nella mattinata ci daremo alla lettura: abbiamo scelto di parlarvi del libro “Euro sprechi”: lo faremo con il suo autore, Roberto Ippolito. Martedì ci sposteremo a Ragusa, più precisamente negli studi di Radio don Bosco, da Grazia Campo, che ci parlerà del carnevale. A metà mattina ci concederemo una pausa in un singolare bar meneghino: il RAB. Questo caffè-letterario offre la possibilità di lavorare a sei dipendenti e tre tirocinanti, alcuni dei quali disabili e normodotati, perfettamente inseriti in un melting pot di esperienze che marciano in un’unica direzione: la qualità.  Mercoledì saremo in compagnia prima di Pinuccia Zaffaroni da Radio Orizzonti – Saronno e poi della dottoressa Paola Romagnani, responsabile Nefrologia dell’Ospedale Meyer. Con lei parleremo della nuova campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi “Un nuovo centro dialisi a misura di bambino”, per sostenere l’attività e l’implementazione del nuovo reparto di Nefrologia Pediatrica. Giovedì la nostra inviata speciale sarà Michela Grazzi, da Radio Trentino inBlu. Poco dopo ci avvicineremo al mondo dell’edilizia sostenibile: con l’aiuto di Michele Ricci, architetto e fondatore di Archetica, proveremo a capire la “nuova” tecnologia delle case di paglia. Venerdì approderemo a Padova, da Bluradio Veneto, col collega Mirko Cavallin. Parleremo poi dell’isola di Poveglia, nella laguna veneta, messa in vendita dal demanio nel 2016, oggetto dell’iniziativa  “Poveglia Per Tutti”, che vuole utilizzare la cifra raccolta attraverso una colletta cittadina per riaprire questo pezzo di laguna alla città.

Voci, storie e racconti

Per la rubrica quotidiana, lunedì sarà nostra ospite Gheula Canarutto Nemni, docente alla Bocconi, madre, moglie, ebrea ortodossa, oggi scrittrice. Nel suo primo libro “(Non) si può avere tutto” racconta la sua storia nella Milano di oggi, parlando di sfide e difficoltà che appartengono a tutte le donne. Martedì munitevi di biglietto, andremo al cinema. In compagnia di Giulia Carlone parleremo della pellicola “Alla ricerca di un senso”, un film di Nathanael Coste e Marc De La Ménardière, la storia di un viaggio che ci invita a riconsiderare il nostro rapporto con la natura, con la felicità e con il senso della vita. Mercoledì conosceremo Elisa Mapelli, laureata in lettere moderne, ed il suo progetto “In-Opera”, nato per dare una possibilità di riscatto ai carcerati attraverso la produzione e lavorazione del pane. Giovedì Eletta Revelli ci racconterà del suo libro “Un amore di clochard”. Chiuderemo la settimana con Francesca Nadalini, giovane mantovana che dopo aver lavorato in una multinazionale fiorentina, dal 2007 ha deciso di dedicarsi all’azienda agricola familiare.

Tana Libera Tutti

Questa settimana una puntata piena di dolcezza, sogni e misteri. Con noi in Ludoteca c’è Matilde che ha 4 anni e, a Carnevale, vuole mascherarsi da principessa. Anna Maria, invece, ha trovato sotto il cuscino in reparto una scatolina con un ciondolo a forma di farfalla, ma non sa chi gliela ha regalata. Proveremo a indagare nella puntata di oggi! Non mancherà come sempre la musica scelta dai bambini. Tana Libera Tutti è la trasmissione registrata con i bambini della Ludoteca dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma. In onda sabato 25 febbraio, dalle 14,36 alle 15.

 Radio Libera Tutti –Nasce lo spazio TimeOut

Saranno Chiara, Alexandra, Nicole e Roberta ad accompagnarci tra musica e sogni per il futuro. Saranno loro anche a raccontarvi cosa è lo spazio “Timeout”, la sala dedicata agli adolescenti dell’ospedale, che ospita il nostro laboratorio. E’ qui, infatti, che InBlu  allestisce ogni settimana una postazione radiofonica dove i ragazzi sperimentano la magia della radio. Ci sarà spazio anche per la musica dal vivo e per gli interventi della responsabile della Ludoteca, la dottoressa Carlevaris. Radio Libera Tutti è la trasmissione realizzata dai ragazzi ricoverati nell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. In onda sabato 25 febbraio dalle 17,06 alle 18.

C’è sempre una canzone

Ci sono Paolo Benvegnù e gli Stag tra i protagonisti della settimana di C’è sempre una canzone, programma di approfondimento musicale curato e condotto da Paola De Simone. Ci addentreremo all’interno dei loro nuovi dischi, facendoci guidare anche dai loro stretti collaboratori. Ampio spazio inoltre alle nuove generazioni di cantanti, cui è dedicata come di consueto la puntata del mercoledì.

 Un’opera in tre minuti

Una denuncia contro l’inutilità della guerra, contro quella che Benedetto XV chiamava “l’inutile strage”. È  “La forza del destino” di Giuseppe Verdi. Una grande tela dipinta. Dal sapore ottocentesco. Di quelle che in un’unica campata raccontano più scene. Scene di vita vissuta. Momenti epici. Un capolavoro musicale e drammaturgico perché sa raccontare, intrecciandola a storie di singoli uomini, la Storia. Quella dove i popoli si fanno la guerra. Quella dove i poveri soffrono. Quasi con echi manzoniani. Verdi la mandò in scena al Marinskij di San Pietroburgo nel 1862 e la ripropose, assai rimaneggiata, un anno dopo a Trieste. “La forza del destino” è l’opera che questa settimana Pierachille Dolfini racconta nella rubrica Un’opera in tre minuti, in onda sabato 25 febbraio alle 9.03 e alle 17.03.

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone