Siria: prime 2 famiglie del progetto corridoi umanitari attivato dalla Cei nei campi profughi in Giordania

Il commento del Segretario generale della Cei, mons. Nunzio Galantino

galantinonews-300x188Le prime due famiglie siriane del progetto di corridoi umanitari attivato dalla Cei nei campi profughi in Giordania in collaborazione con la Nunziatura e coordinato dalla Caritas arrivano oggi in Italia. Saranno accolti dai frati cappuccini di San Giovanni Rotondo. Storie di persone doppiamente ferite, dalla guerra e dalla malattia che saranno prese in carico per le cure dall’ospedale Casa sollievo della sofferenza. Un dramma, dice ai microfoni di Alessandra Giacomucci il segretario generale della Cei monsignor Nunzio Galantino, di fronte al quale, se si è uomini, non ci si può che aprire all’accoglienza.

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone