Falstaff di Giuseppe Verdi – Podcast del 25 marzo 2017

falstaffL’ultima nota che Giuseppe Verdi scrive è una risata. Malinconica, di chi guarda il mondo con disincanto. Perché, come cantano tutti i personaggi alla fine del Falstaff, «Tutto nel mondo è burla». Falstaff, opera prediletta da Arturo Toscanini, il direttore d’orchestra nato 150 anni fa, il 25 marzo 1867. Per L’ultimo dei suoi 27 melodrammi Verdi sceglie ancora Shakespeare, non una tragedia, però, ma insieme al librettista Arrigo Boito costruisce un commedia cucendo insieme scene da Le allegre compari di Windsor e dall’Enrico IV dove compare i personaggio di sir John Falstaff. Un vecchio beffato dalle donne che vorrebbe sedurre. Un sorriso malinconico per l’opera che va in scena il 9 febbraio del 1893 al Teatro alla Scala. Falstaff  è il melodramma che questa settimana Pierachille Dolfini racconta nella sua rubrica Un’opera in tre minuti

 

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone