G8 Genova: Corte Europea condanna Italia a risarcire 6 cittadini vittime di abusi

Polizia anti sommossa cariche g8 genovaIl governo italiano ha patteggiato di fronte alla Corte Europea dei Diritti Umani di Strasburgo per le violenze nella caserma di Bolzaneto a margine del G8 di Genova. E si è impegnato a risarcire sei cittadini che hanno subito abusi. Il servizio è di Eugenio Bonanata:

L’Italia riconosce le sue colpe per quanto avvenuto nel 2001. E pagherà 45 mila euro ciascuno per i danni morali e materiali nonché per le spese processuali. “Una risoluzione amichevole”, precisa la Corte Europea, nell’ambito di un accordo con 6 cittadini su 65 che hanno presentato ricorso presso l’organismo di Strasburgo. Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia: “Violare i diritti umani costa. E non avere leggi per prevenire le violazioni costa altrettanto: costa ai diritti umani delle persone che hanno subito torture e costa anche alle casse dello Stato”.
Oltre ad ammettere la violazione del diritto dei cittadini a non essere sottoposti a maltrattamenti e tortura, lo stato italiano riconosce anche l’inefficacia dell’inchiesta penale condotta sui fatti del 2001. Inoltre, si impegna a tenere corsi specifici sul rispetto dei diritti umani destinati agli appartenenti alle forze dell’ordine.

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone