Una nuova settimana insieme a inBlu Radio

La Domenica delle Palme, il 9 aprile, apre i riti della Settimana Santa. Proprio domenica, InBlu trasmetterà in diretta a partire dalle 9.55 – in collaborazione con Radio Vaticana – la Messa presieduta da Papa Francesco in piazza San Pietro e la successiva preghiera dell’Angelus a mezzogiorno. Durante il triduo pasquale, sulle frequenze InBlu verranno poi diffuse le dirette della Messa del Crisma in San Pietro (giovedì, dalle 9.25), della celebrazione della Passione del Signore (venerdì, dalle 16.55) della Via Crucis guidata da Papa Francesco al Colosseo (venerdì, dalle 21.05) e della celebrazione della Veglia pasquale, sempre presieduta dal pontefice in San Pietro (sabato, dalle 20.25). Domenica 16 aprile – sempre in collaborazione con Radio Vaticana, come tutte le altre celebrazioni – InBlu proporrà agli ascoltatori la Messa del giorno di Pasqua, a partire dalle 9.55, e la successiva benedizione “Urbi et orbi”. Tempo pasquale che, ovviamente, troverà ampio spazio anche nel notiziario quotidiano Ecclesia e nei Radiogiornali

Attualità
Ma la Pasqua, invece che essere festa di pace e serenità, può anche diventare motivo di scontro sociale, con minaccia di sciopero. Succede all’outlet di Serravalle Scrivia, nell’Alessandrino, dove i circa duemila lavoratori dei 250 negozi della cittadella dello shopping sono pronti a incrociare le braccia, per protestare contro la proprietà che ha deciso l’apertura degli esercizi commerciali anche nella festività della Resurrezione del Signore. Critico con tale scelta e vicino ai lavoratori si dichiara il vescovo di Tortona, mons. Vittorio Francesco Viola. Mentre le ragioni dei dipendenti pronti a scioperare le spiega, al microfono di Raffaella Frullone, il segretario provinciale della Cisl di Asti e Alessandria, Sergio Didier (ascolta l’intervista).

Sul versante internazionale, invece, resta bollente la situazione del conflitto in Siria, dopo il bombardamento missilistico da parte della flotta statunitense della base militare del governo siriano da cui, nei giorni scorsi, sarebbe partito il raid aereo con ordigni chimici sganciati sulla popolazione civile nella zona di Idlib, che ha fatto decine di morti, tra cui molti bambini. Altro fronte che si fa ogni giorno più caldo è il Sudamerica. Si temono spinte populiste e nostalgie dittatoriali in vari Paesi del continente, dal Brasile al Paraguay, dal Venezuela all’Ecuador. Un esempio di dialogo e pacificazione potrebbe venire dal “laboratorio-Colombia”, dove nei mesi scorsi si è giunti finalmente ad un accordo tra governo di Bogotà e guerriglieri delle Farc, che si sta realizzando ora per gradi. La Comunità di Sant’Egidio è stata in prima fila nel tessere la difficile rete che ha portato alle trattative sfociate nell’armistizio. Tra i mediatori in Colombia per l’organizzazione c’era anche il prof. Gianni La Bella, docente di Storia contemporanea e Dottrine della mediazione all’università di Modena. Il quale, sui rischi d’involuzione democratica che corre il Sudamerica, così ha risposto alle domande di Andrea Domaschio (ascolta l’intervista)

Sport
Sabato mattina alle 7.06, nel Buongiorno sportivo, Ugo Scali ci propone di far colazione col campione mondiale di pesca sportiva Stefano Tironi. Per il calcio, focus su Campionato e Coppa Italia. Sempre per il calcio, con il vicepresidente della Lega Pro, Mauro Grimaldi, parleremo degli accordi per combattere le scommesse con il match fixing. Spostandoci invece sul tennis, parleremo della trasferta in Belgio per la Nazionale maschile, impegnata in Coppa Davis. Con lo scrittore Mauro Valeri racconteremo poi la seconda parte della storia del pugile Leone Jacovacci, grande campione italiano di colore osteggiato dal Fascismo. Sul fronte ciclismo, invece, attendendo la Parigi-Roubaix, superclassica in programma domenica 9 aprile, parleremo con il giornalista e scrittore Marco Benedetti e con Roberto Cingolani, direttore scientifico dell’Istituto italiano di tecnologia di Genova. Spazio poi anche alla Formula Uno con la seconda gara in Cina. A commentare l’esito della seconda gara del Mondiale, lunedì, ci sarà ai nostri microfoni Emilio Deleidi, esperto del periodico QuattroRuote. In scaletta, nel programma,infine, anche le ultime notizie dalla Clericus Cup, in corso a Roma. Per il disco del fine settimana, andremo in Australia con Daniele Magarelli , che lavora a Melbourne per la radio in lingua italiana.

Buongiorno e Piazza InBlu
Nei due programmi curati e condotti da Chiara Placenti (ogni giorno, tranne il sabato, dalle 7.05 e alle 10) sempre in primo piano i principali fatti della cronaca italiana ed internazionale, raccontati ed analizzati insieme ad esperti e protagonisti delle diverse vicende. Introdotti da un’ampia pagina di rassegna stampa, per illustrare agli ascoltatori quali temi e quali notizie mettano ogni giorno in risalto i quotidiani

Mattinata InBlu
La settimana inizia con la storia di Matteo Premi, che, nonostante la sua patologia (tetraparesi spastica, conseguenza di un parto gravemente prematuro) ci dimostra che è possibile vivere una vita normale e specialissima assieme. Una vita che è tutta un susseguirsi di “se” che lasciano il segno. Sarà Maria Chiara Oltolini, che ha scritto con lui il libro “MP3 – Sulle ruote me la rido”, a raccontarci chi è Matteo. Con anche l’atleta paraolimpica Giusy Versace praleremo invece di “Disabili No Limits”, la onlus da lei fondata che che dona ausili ad alta tecnologia ai giovani disabili in condizioni economiche svantaggiate. Il martedì è dedicato ai libri e l’11 aprile avremo in studio Cinzia Tani per “Il capolavoro” (Mondadori). Pierluigi Villari ci parlerà invece del suo libro storico “L’onore dimenticato, i ragazzi della divisione Livorno” ( IBN). Mercoledì storie di musica con Dante Cerati e riflessioni sulla Settimana Santa con suor Roberta Vinerba. Il Venerdì Santo sarà dedicato a una carrellata degli appuntamenti più suggestivi in programma nel nostro Paese. Ci fermeremo ad Alatri e Marmore che si apprestano a vivere la tradizionale rievocazione storica e una processione religiosa di grande suggestione. Mattinata InBlu , condotta da Daniela Lami e Max Occhiato, a in onda dalle 10.06 alle 12 dagli studi di Milano e Roma

Pomeriggio InBlu
Nel loro programma Marco Parce & Raffaella Frullone ospiteranno, mercoledì 12 aprile, Ilaria Porceddu : che torna, a quattro anni dal suo ultimo lavoro discografico, con un nuovo album di inediti. Si parlerà poi di musica e fede venerdì con Stefano Picchi, cantautore che il 30 aprile presenterà la prima canzone pop tratta da un testo di Papa Francesco, “Ama e dimentica”, che sarà presentata a San Pietro in occasione della festa per i 150 anni di Azione Cattolica. Il Venerdì Santo, poi, ci faremo accompagnare tra le ferite della Passione di Gesù e la forza dirompente della Resurrezione da don Claudio Burgio, cappellano del carcere minorile “Beccaria” di Milano

Ecclesia la Domenica
Andiamo a Vigevano questa volta, dove, nel tempo di Quaresima, la Chiesa ha invitato i giovani a “prendersi cura” dei coetanei terremotati del Centro Italia, con l’ “adozione a distanza” dell’oratorio di Amatrice. La proposta viene rinnovata nella Giornata mondiale della Gioventù nelle diocesi. Nella Domenica delle Palme, poi, ripercorreremo l’ingresso di Gesù a Gerusalemme sulle note di Bach, riflettendo sulla passione dei cristiani perseguitati nel mondo. Andiamo quindi nella piana di Ninive, tra i villaggi cristiani liberati dall’Isis: per favorire il rientro degli sfollati le tre chiese irachene (la siro cattolica, la siro ortodossa e la caldea) hanno firmato un accordo per la ricostruzione delle dodicimila abitazioni distrutte. Ma nel programma realizzato da Antonella Mazza Teruel, il onda il 9 aprile alle 9, parliamo anche dell’arte, della cultura e dell’economia del popolo rom. Innfine saremo ad Imola per conoscere le azioni diocesane di contrasto e di prevenzione al gioco d’azzardo.

Atlante
La puntata di Atlante – in onda su InBlu Radio sabato 8 aprile a mezzogiorno e domenica 9 alle 14.20 – sarà questa volta dedicata all’Indonesia, il più grande Paese a maggioranza musulmana nel mondo, mosaico di popoli, culture e religioni. Al microfono di Giorgia Bresciani il geografo Guido Corradi e il giornalista di Fides Paolo Affatato

Il Portone di bronzo
Nel programma, in onda domenica 9 aprile alle 19.50, Rita Salerno racconta nel dettaglio la lunga e complessa opera di restauro della Cappella Sistina ,con la seconda parte dell’intervista rilasciataci da Gianluigi Colalucci, che in passato è stato capo restauratore delle pitture dei Musei Vaticani. Colalucci precisa che tutti i capi di Stato e i reali, ammessi a visitare la Sistina durante il restauro, preferirono sostare in ammirazione del Giudizio Universale, mentre nessuno chiese di guardare l’Inferno dipinto di Michelangelo

Radio Libera Tutti
Una puntata davvero straordinaria quella di questa settimana. Nello spazio Time Out dell’Ospedale Bambino Gesù dove registriamo la trasmissione ci ha raggiunto Susanna Tamaro. Con i tanti ragazzi che hanno partecipato alla puntata ha parlato di tutti: libri, animali, ginnastica artistica, musica, persino cucina peruviana. Una Susanna Tamaro davvero inedita. Nella puntata di questa settimana avremo il piace di conoscere anche Giulia, Klizia, Ginevra e Flavio, quattro dei protagonisti del docufilm “I Ragazzi del Bambino Gesù”. Radio Libera Tutti è la trasmissione realizzata dai ragazzi ricoverati nell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. In onda sabato 8 aprile, dalle 17.06 alle 18

Tana Libera Tutti
Questa settimana la nostra redattrice si chiama Sofia, ha 8 anni e arriva da Fiumicino. E’ molto ordinata, balla la zumba e ama la musica. Sarà proprio lei a scegliere tutte le canzoni della trasmissione. Ci collegheremo anche con un “cantaviatore”. Si chiama Enrico Giaretta, e ci racconterà qualcosa del progetto musicale “Scalatori di orizzonti” abbinato all’album “Amici cucciolotti”. Tana Libera Tutti è la trasmissione registrata con i bambini della Ludoteca dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma. In onda sabato 8 aprile, dalle 14.36 alle 15

Un’opera in tre minuti
Finale con sorpresa. Più che opera lirica, il suo autore la definisce Leggenda drammatica. Infatti ci vorranno quasi cinquant’anni prima che “La dannazione di Faust” di Hector Berlioz venga rappresentata in forma scenica. Prima, dal 1846, solo versioni in forma di concerto. Il compositore francese mette in musica alcune scene della prima parte del “Faust” di Goethe. Con una sorpresa finale – una variante rispetto al poema tedesco, preannunciata già nel titolo – : la dannazione del protagonista. Attenzione concentrata sui tre personaggi centrali, Faust, Mefistofele e Margherita. Scene intime, ma anche grandi scene corali, con danze e cori, dove emerge il passo sinfonico della partitura. Tutto parte dal patto che Mefistofele propone a Faust: la sua anima in cambio della felicità eterna. Ma il finale sarà tra le fiamme dell’inferno. “La damnation de Faust” è l’opera che Pierachille Dolfini racconta questa settimana nella rubrica Un’opera in tre minuti , in onda sabato 8 aprile alle 9.03 e in replica alle 17.03

Pensieri e Parole
Siddhartha, Narciso e Boccadoro, Demian e altri personaggi in bilico tra filosofia e spiritualità, sono i protagonisti della quindicesima puntata di Pensieri e Parole, in onda dalle 12.30 di domenica 9 aprile, in cui Laura Valente ripercorrerà vita e opere del premio Nobel per la letteratura del 1946, Hermann Hesse. Per il momento dell’attualità si parlerà della classifica di questo periodo, che vede particolarissime new entry (tre posizioni occupate dalla serie per bambini “PJ Masks”) ed un caso letterario insolito e socialmente rappresentativo al primo posto dei libri più venduti (“Storie della buonanotte per bambine ribelli”) Infine, per l’intervista della settimana, ai microfoni di InBlu ci sarà Stefano Muroni, con la sua raccolta di racconti “Dall’alto della pianura”, ed. Pendragon, in cui sa evocare sapientemente la vita nel Basso Ferrarese all’epoca della bonifica.

Cosa c’è di buono
La settimana pasquale di Cosa c’è di buono? , condotto in studio da Lucia Schillaci, sarà piena di sorprese. Lunedì saremo in compagnia Flavia Caironi di “Vie dei canti”: con lei scopriremo il piacere del viaggiare a piedi. Martedì andremo a Ragusa, negli studi di Radio Don Bosco con Grazia Campo. Mercoledì ci sposteremo a Firenze da Leonardo Canestrelli, il nostro inviato speciale da Radio Toscana. Giovedì apriremo la puntata con Giovanna Curiale da Palermo, Radio Spazio Noi, e proseguiremo presentandovi la “Fondazione Trentina per l’autismo”. Venerdì chiuderemo la settimana con fra’ Salvatore Giardina da Radio Frate Sole, Brindisi.

C’è sempre una canzone
Settimana corta per le festività pasquali quella di “C’è sempre una canzone”, ma fatta di ospiti preziosi come il musicista jazz Fabrizio Bosso, che sarà il protagonista della puntata di martedì 11 aprile, per parlarci del suo nuovo e doppio disco live intitolato “State of the art” e registrato tra l’Italia e il Giappone. Ma ad aprire la settimana sarà la storia della musica italiana con Le Orme, mitica band progressive che ha conosciuto il massimo successo a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta e che ha appena pubblicato il disco “ClassicOrme”, con alcune delle sue più belle canzoni rivisitate in chiave classica. Il mercoledì, come di consueto, saranno le nuove generazioni a riempire di note la puntata

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone