Calcio: La Figc vieta di giocare ad un figlio d’immigrati

calcioImmigrazione integrazione. Elias è un promettente giocatore di calcio di 10 anni che gioca nella squadra dilettantistica del Lucento, a Torino. Si allena con passione e costanza tutta la settimana, ma il sabato non può giocare le partitelle con i compagni, perché non è in regola con i documenti. Nato in Italia ma figlio di genitori albanesi che ancora non hanno ottenuto la cittadinanza nonostante vivano e lavorino da anni nel nostro Paese, per la Figc non può giocare. Segue la vicenda l’avvocato Giuseppe Fiore

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone