Napoli – ‘Le stese’ al Rione Sanità: “Possiamo combattere contro una città povera, ma non contro una città povera e armata”

Buona La Prima, Giovedì 18 maggio alle 18,13

RIFIUTI: ADESIONI SCIOPERO AL 90%, DISAGI IN TUTTA ITALIAGiovedì 18 maggio, a Buona La Prima alle 18,13 su InBlu:

La prima pagina de La Stampa; Flavio Corazza, caporedattore centrale

La prima pagina de Il Centro; collegamento con il desk centrale, Antonio Pitoni, vicecaporedattore

Giuseppe Caporaso in studio per il lancio di Attenti al Lupo, in onda alle 19 su TV2000

Napoli – ‘Le stese’ al Rione Sanità: “Possiamo combattere contro una città povera, ma non contro una città povera e armata”, afferma ai nostri microfoni Alessandra Clemente, assessore alle politiche giovanili del Comune partenopeo

Napoli – Giovani criminali escono di notte in alcuni quartieri del centro storico di Napoli e sparano in aria per sostentare un controllo del territorio che, secondo gli amministratori comunali, non hanno. “Al Rione Sanità sono l’1% della popolazione, in un quartiere dove ferve il lavoro delle associazioni e si moltiplicano  le attività culturali”, sostiene Alessandra Clemente, assessore comunale alle politiche giovanili, figlia di Silvia Ruotolo, vittima innocente di camorra. Quello che le istituzioni locali chiedono è più personale impegnato sul territorio a garantire la sicurezza. Sentiamo Alessandra Clemente

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone