La valchiria di Richard Wagner

valchiriaAdulteri e tradimenti. Figlie che si ribellano ai padri e che per punizione vengono addormentate e rinchiuse in un cerchio di fuoco. Contorni torbidi e drammatici per la seconda puntata della L’anello del Nibelungo. Si intitola Die valkure, La valchiria il nuovo tassello della Tetralogia che va in scena nel 1870 a Monaco di Baviera. Richard Wagner lascia gli dei nel Walallah e scende tra gli uomini. Perché Wotan, per generare un eroe capace di recuperare il tesoro degli dei, si traveste da viandante e si unisce ai mortali. Genera figli e figlie. Siegmund e Sieglinde, ma anche la valchiria Brunilde che per mettersi dalla parte di Sieglinde, donna e madre del futuro eroe Sigfrido, si attira le ire del padre e degli dei. Wotan la condanna a diventare mortale, prigioniera su una montagna, protetta da un cerchio di fuoco: solo un eroe che supererà la prova riuscirà a conquistarla. Continua la saga dell’Anello del Nibelungo con La valchiria, opera che Pierachille Dolfini affronta questa settimana nella rubrica Un’opera in tre minuti

 

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone