Migranti, Il Viminale risponde alla Raggi e non fa sconti: Roma faccia la sua parte

BUONA LA PRIMA, Mercoledì 14 GIUGNO ALLE 18.13

Camillo Ripamonti

Mercoledì 14 giugno, a Buona La Prima alle 18,13 su InBlu:

La prima pagina de La Repubblica; collegamento con il desk centrale, Tiziana Testa, vicecaporedattore

Le notizie in primo piano dell’Agenzia Redattore Sociale; Carla Chiaramoni, direttore

Giuseppe Caporaso in studio per Attenti al Lupo, in onda alle 19 su TV2000

Il Viminale risponde alla Raggi e non fa sconti. Roma faccia la sua parte, può accogliere altri 2000 migranti

Intervista a Padre Camillo Ripamonti, presidente del Centro Astalli

L’ondata di sbarchi non si ferma. Per il Ministero bisogna prepararsi quest’anno all’arrivo di 200 mila extracomunitari. In base all’accordo del 10 luglio 2014, ogni regione deve accogliere una percentuale di profughi pari alla propria quota di accesso al Fondo nazionale per le politiche sociali. Dopo la richiesta di ieri della sindaca Raggi di bloccare gli arrivi a Roma, il Viminale sottolinea che molte città sono in difficoltà, ma anche la Capitale deve fare la sua parte e, stando alle quote concordate con l’Anci, Roma con la sua provincia potrebbe ancora accogliere 2mila rifugiati. Su questo e su come l’informazione tratta la questione migranti abbiamo intervistato Padre Camillo Ripamonti, presidente del Centro Astalli, il servizio dei Gesuiti per i rifugiati di Roma

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone