Ius soli – Continuano le polemiche dopo la bagarre di ieri al Senato. Con questa legge potrebbero ottenere la cittadinanza 800mila giovanissimi, figli di stranieri

BUONA LA PRIMA, Venerdì 16 GIUGNO ALLE 18.13

Venerdì 16 giugno, a Buona La Prima alle 18,13 su InBlu:

La prima pagina de Il Sole 24 Ore, Mauro Meazza, caporedattore centrale

La prima pagina de Il Messaggero;  collegamento con il desk della cronaca di Roma, Michele Galvani

Ius soli – Continuano le polemiche dopo la bagarre di ieri al Senato. Con questa legge potrebbero ottenere la cittadinanza 800mila giovanissimi, figli di stranieri

Intervista a Mohamed Tailmoun, Rete G2-Seconde generazioni

Il disegno di legge sullo Ius Soli temperato prevede che i figli di immigrati nati in Italia possano ottenere la cittadinanza, a patto che uno dei genitori sia in possesso di un permesso di soggiorno lungo e sia residente nel nostro paese legalmente e in via continuativa da almeno 5 anni. La legge concederebbe la cittadinanza (su richiesta, mentre in altri Paesi è automatico) al minore nato da genitori stranieri, oppure arrivato in Italia prima dei dodici anni, purché abbia frequentato la scuola per almeno cinque anni. Anche i minorenni  entrati e residenti in Italia da almeno sei anni che abbiano frequentato un intero ciclo scolastico (o un percorso di istruzione professionale) ottenendo un titolo di studio (o una qualifica), potranno chiedere il passaporto italiano; Mohamed Tailmoun, Rete G2-Seconde generazioni

 

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone