Il cardinale Pell, accusato di abusi, per difendersi dalle accuse torna in Australia

Il rinvio a giudizio in Australia del cardinale Pell, accusato di abusi sessuali su minori: il porporato, prefetto della segreteria dell’economia e membro del C9, ha ribadito la sua totale estraneità. Avrà un congedo dai suoi incarichi per tornare in patria a difendersi. Il servizio di Alessandra Giacomucci.

Il cardinale dunque ha deciso di non avvalersi della immunità diplomatica. Il commento del vaticanista Iacopo Scaramuzzi.

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone