Migranti – Gentiloni: l’accoglienza non può essere in un unico Paese

BUONA LA PRIMA, Giovedì 29 GIUGNO ALLE 18.13

Oliviero Forti

Giovedì 29 giugno, a Buona La Prima alle 18,13 su InBlu:

La prima pagina de Il Corriere della Sera; Enrico Caiano, caporedattore centrale

La prima pagina de Il Centro; collegamento con il desk centrale,  Antonio Pitoni, vicecaporedattore

Migranti – Gentiloni: l’accoglienza non può essere in un unico Paese. Il commissario europeo Avramopoulos: l’Italia non sarà lasciata sola

Intervista a Oliviero Forti, Ufficio Immigrazione Caritas Italiana

Anche la portavoce della Commissione europea assicura il sostegno all’Italia nelle discussioni sulla cooperazione regionale per gli sbarchi. Da Berlino il premier Gentiloni fa sapere che l’Italia  non si sottrarrà  agli impegni umanitari ma chiede aiuto in termini di risorse a disposizioni per lavorare in Libia e negli altri Paesi e sui programmi di riallocazione.  “Concederemo qualsiasi aiuto possibile all’Italia”, assicura il premier spagnolo Rajoy, anche lui al vertice preparatorio del G20 a Berlino. Intanto la Guardia costiera libica mentre afferma di aver preso misure di contrasto,  torna ad accusare le ‘ong europee’ di aiutare i trafficanti usando in alcuni casi anche “segnali luminosi” per “indicare alle imbarcazioni la direzione”.  Dopo un finanziamento di 250 milioni di euro, la Libia attende ancora aiuti per 3-400 milioni per fermare i flussi; Oliviero Forti,  Ufficio immigrazione Caritas Italiana

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone