‘Ndrangheta: individuata una delle persone che era rimasta fuori dagli arresti dell’operazione ’Infinito’ del 2010

BUONA LA PRIMA, Martedì 26 settembre ALLE 18.13

Le notizie in primo piano dell’Ansa; Luigi Contu, direttore

La prima pagina de Il Mattino di Napoli; Francesco De Core, caporedattore centrale

‘Ndrangheta in Lombardia – Maxi operazione con 24 arresti, ai domiciliari il sindaco di Seregno

Intervista a Nicola Leoni, sindaco di Gazoldo degli Ippoliti (MN) e vicepres. di Avviso Pubblico

Con il maxi blitz di oggi contro la ’ndrangheta in Lombardia è stata individuata una delle persone che era rimasta fuori dagli arresti dell’operazione ’Infinito’ del 2010 e che partecipò in quell’ anno al noto summit in un centro intitolato alla memoria di Falcone e Borsellino. Lo ha spiegato il procuratore aggiunto della Dda Ilda Boccassini in conferenza stampa precisando che un altro dei dati emersi dalle indagini “purtroppo è la violenza gratuita” manifestata dagli affiliati alle cosche. Sono in tutto 27 le misure cautelari emesse dai gip di Milano e Monza in una inchiesta che tocca due ambiti, quello del traffico di droga ed estorsioni e quello politico. Tra gli arrestati il sindaco di Seregno (Monza), Edoardo Mazza, che  è accusato di corruzione per aver favorito gli affari di un imprenditore legato alle cosche in cambio di voti; Nicola Leoni, sindaco di Gazoldo degli Ippoliti (Mantova) e vicepresidente di Avviso Pubblico

 

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone