Bruxelles sotto attacco: oltre 30 morti e 200 feriti. Città presidiata dall’esercito

Security measures at Duesseldorf airportBruxelles sotto attacco. Poco prima delle 8 di stamani due esplosioni, molto probabilmente provocate da un kamikaze, hanno devastato l’aeroporto Zaventem. Altre deflagrazioni in due stazioni della metropolitana, Maalbeek e Schumann, hanno portato alla chiusura di tutta la rete di trasporti. Evacuata anche la stazione ferroviaria. Il bilancio è di oltre 3o morti e 200 feriti. Allerta innalzata in tutto il paese, ma anche in molti altri scali europei.

Pierachille Dolfini ha raggiunto al telefono a Bruxelles Giovanni Maria Del Re, giornalista che scrive per il quotidiano Avvenire. Ci racconta il clima di una città presidiata dall’esercito.

Nel corso di Mattinata inBlu David Sassoli, vice presidente del Parlamento europeo, da Bruxelles dice: necessario un sistema di difesa ed intelligence comune tra i Paesi dell’Unione:

Chiara Placenti ha intervistato Piero Batacchi, direttore della rivista italiana difesa:

Alessandra Giacomucci ha raggiunto don Gianbiattista Bettoni, responsabile della missione della pastorale italiana a Bruxelles:

 

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone