Siria: Unicef, ad Aleppo 100 mila bambini costretti a bere acqua contaminata

Life in Tishreen neighborhood of DamascusSempre più grave la crisi umanitaria ad Aleppo. Oltre 100.000 bambini, denuncia l’Unicef, sono costretti a bere acqua contaminata. L’organizzazione umanitaria, che è riuscita a portare aiuti a quattro cittadine assediate, Madaya, Zabadani, Foah e Kefraya, sottolinea come ormai da giorni gli intensi attacchi abbiano danneggiato le stazioni di pompaggio che fornivano acqua pulita a 250.000 persone ad Aleppo Est. Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia.

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone