Cucchi: Stefano sarebbe morto per attacco improvviso di epilessia ma la famiglia non ci sta

Rai: "In 1/2h"I periti nominati dal Tribunale di Roma scrivono che Stefano Cucchi sarebbe morto per attacco improvviso di epilessia, malattia di cui soffriva il giovane deceduto il 22 ottobre del 2009, una settimana dopo l’arresto per possesso di stupefacenti. Dunque secondo i tecnici non ci sarebbe un nesso tra il violento pestaggio cui è stato sottoposto Cucchi nella notte tra il 15 e il 16 ottobre da parte dei carabinieri del comando stazione di Roma Appia e il decesso. Ilaria, la sorella di Stefano, che segue il processo sostiene che non sono i periti a definire il nesso causale della morte ma la procura e i giudici. Per lei gli unici dati oggettivi scientifici sono la duplice frattura della colonna e il globo vescicale che ha fermato il cuore. L’avvocato che difende il militare indagato è soddisfatto: chiederemo l’archiviazione del procedimento nei confronti dei carabinieri.

L’intervista di Marino Galdiero a Ilaria Cucchi

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone