Migranti: Cgil Brescia aiuta 20 profughi a scrivere una lettera ai cittadini dopo dure proteste

immigrati profughiChiedono di essere accolti perché è la loro unica speranza di vita e vogliono essere utili alla popolazione. Lo afferma Damiano Galletti il segretario della Cgil Brescia, che ha aiutato 20 migranti ospitati in un albergo a San Colombano di Collio, nel bresciano, a scrivere una lettera rivolta ai cittadini dopo le dure proteste di questi giorni contro la loro presenza in paese.

Intervista di Chiara Placenti:

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone