Reazioni a catena – dal Quirinale ad alcuni esponenti dello stesso Pd alla mozione contro il rinnovo di Visco

BUONA LA PRIMA, Mercoledì 18 ottobre, alle 18.13

Mercoledì 18 ottobre, a Buona La Prima

La prima pagina de la Repubblica; collegamento con il desk centrale, Tiziana testa, vicecaporedattore

La prima pagina de Il Messaggero; collegamento con il desk della cronaca di Roma, Michele Galvani

Giuseppe Caporaso in studio per Attenti al Lupo, in onda alle 19 su TV2000

Reazioni a catena –  dal Quirinale ad alcuni esponenti dello stesso Pd –  alla mozione che il partito di Renzi ha presentato ieri in aula alla Camera e che punta a non rinnovare l’incarico del governatore di Bankitalia Ignazio Visco, il cui mandato scadrà a fine ottobre. Si chiede infatti una figura più idonea ai vertici di Palazzo Koch per rafforzare la vigilanza sul credito e per garantire “nuova fiducia nell’istituzione”, dopo gli scandali bancari dei mesi scorsi. La mossa del Pd è stata definita “irrituale” perché il Parlamento è formalmente escluso dal processo di scelta del governatore. Questa spetta infatti a un decreto del Presidente della Repubblica, che lo individua su proposta del premier,  sentito il parere del Consiglio superiore della Banca d’Italia. Ma sulle funzioni dell’istituto e sulla sua efficacia nelle crisi bancarie sentiamo Leonardo Becchetti, economista, Università di Roma Tor Vergata

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone