Catalogna – Il leader Carles Puigdemont, da Bruxelles, accusa Madrid di aver chiuso al dialogo con la Catalogna

BUONA LA PRIMA, Martedì 31 OTTOBRE, ALLE 18.13

Martedì 31 ottobre, a Buona la Prima

La prima pagina de La Stampa; Flavio Corazza, caporedattore centrale

La prima pagina de Il Mattino di Napoli; Francesco De Core, caporedattore centrale

Giuseppe Caporaso in studio per Attenti al Lupo, in onda alle 19 su TV2000

Catalogna – Il leader Carles Puigdemont, da Bruxelles, accusa Madrid di aver chiuso al dialogo con la Catalogna.  Secondo il president della Generalitat,  dopo la dichiarazione di indipendenza del parlamento il governo spagnolo ha avviato  un’offensiva senza precedenti e anche una denuncia del procuratore che prevede pene che possono arrivare a molti anni di detenzione. Puigdemont accetta la sfida delle elezioni del 21 dicembre e assicura di non essere a Bruxelles per chiedere asilo politico, ma per lavorare in libertà e sicurezza.  E afferma che se gli  fosse garantito un processo giusto, tornerebbe in Catalogna per continuare a lavorare. Alla comunità internazionale, all’Europa chiede di reagire perché, secondo lui,  il caso e la causa catalana mettono in questione i valori su cui si basa l’Europa.  Intanto la Guardia Civil spagnola ha avviato questa mattina perquisizioni nelle sedi dei Mossos d’Esquadra in diverse città della Catalogna con l’obiettivo di sequestrare le registrazioni delle comunicazioni interne durante il referendum del 1 ottobre; Eusebio Val, corrispondente de La Vanguardia, quotidiano di Barcellona

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone