La tecnologia si mette al servizio delle categorie più svantaggiate

16 aprile 2018. Il lunedì, a Mattinata InBlu, Daniela Lami e Max Occhiato raccontano storie e progetti in cui la tecnologia si mette al servizio delle categorie più svantaggiate. Questa settimana abbiamo parlato di nati prematuri e di migranti e rifugiati.

 

L’Associazione OBM, Ospedale dei Bambini Milano Buzzi Onlus, nasce nel 2004 per sostenere le donne, i genitori e i bambini che accedono all’Ospedale. Fino al 28 aprile è possibile sostenere il progetto “Accendi gli occhi di un bambino”, come racconta Anna Conti:

“Studiare Migrando” è una piattaforma e-learning rivolta a giovani migranti e rifugiati che si preparano all’esame conclusivo del primo ciclo di istruzione presso le scuole o i Centri per l’Istruzione degli Adulti (CPIA). Ce ne ha parlato Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone