Impianti di rifiuti in fiamme: il consorzio Polieco denuncia una ‘matrice sistemica’

Buona la Prima - 17 maggio, ore 18.13

17 maggio 2018 – Ad un anno dall’incendio della Eco X di Pomezia, che mandò in fumo 8.500 tonnellate di immondizia di incerta natura, l’allarme dei roghi negli impianti di trattamento dei rifiuti in Italia riparte da Casal di Principe. E’ nel comune del Casertano, ospitati in un bene confiscato alla camorra, Casa don Diana, che di recente il Consorzio Polieco, consorzio nazionale per il riciclaggio dei rifiuti dei beni a base di polietilene,  ha disegnato la mappa di un’emergenza nazionale che già conta numeri impressionanti. Da Nord a Sud, con circa 300 incendi negli ultimi 3 anni. Nei prossimi mesi, la situazione potrebbe diventare ancora più preoccupante. Secondo il consorzio c’è una matrice sistemica dietro i roghi. Se ne parla a Buona la prima, il programma di InBlu radio in onda alle 18.13, condotto da Federica Margaritora che intervista Claudia Salvestrini, direttrice del Polieco

Buona la prima approfondisce le notizie del giorno e  apre con collegamenti con i desk dei principali quotidiani nazionali e locali: oggi per Il Sole 24 ore c’è Mauro Meazza, caporedattore centrale e, per Il Centro, Lorenzo Colantonio, del desk centrale

 

 

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone