La nave Diciotti diretta a Trapani. Ma Salvini avverte: “No a sbarco senza garanzie”

INBLU NOTIZIE

11 luglio 2018. “Se su quella nave c’è gente che ha minacciato ed aggredito non finiranno in albergo ma in galera: quindi non darò autorizzazione allo sbarco fino a che non avrò garanzia che delinquenti finiscano per qualche tempo in galera e poi riportati nel loro paese”. Lo precisa senza mezzi termini il ministro dell’Interno Salvini, dopo l’incontro con il premier Conte, assicurando, tuttavia, unità d’intenti con il governo sull’immigrazione. Ma diversa è la posizione dell’altro vicepremier, Di Maio. “E’ impensabile non far attraccare una nave italiana in un porto italiano” chiarisce. In ogni caso, la decisione sui migranti della Diciotti arriverà entro sera, anche in base a quanto uscirà dal tavolo operativo che il ministro presiede al Viminale con i vertici di Marina,  Guardia costiera e forze dell’ordine. “Conto di andare a Innsbruck questa sera per il vertice con i ministri dell’Interno dell’Ue avendo risolto il problema”, conferma lo stesso Salvini.

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone