Crisi della lira turca. Cresce la tensione fra Stati Uniti e Ankara

INBLU NOTIZIE

11 agosto 2018. Se gli Stati Uniti non “invertono la tendenza all’unilateralismo e alla mancanza di rispetto saremo costretti a iniziare a cercare nuovi amici e alleati”. Lo scrive senza mezzi termini il presidente turco Erdogan in un editoriale pubblicato oggi sul New York Times. “Prima che sia troppo tardi – aggiunge – Washington deve rinunciare all’idea che le nostre relazioni siano asimmetriche”. Ieri la lira turca è arrivata a perdere oltre il 15% contro dollaro ed euro, scatenando il contagio sui mercati internazionali. Piazza Affari ha chiuso a -2,5%, la peggiore d’Europa. Data la situazione, il presidente Erdogan ha invitato i turchi ad acquistare valuta locale. A questo è seguito l’annuncio di Trump: gli Stati Uniti raddoppiano i dazi sulle importazioni dalla Turchia di acciaio e alluminio, portandoli rispettivamente al 50% e al 20%. “Le nostre relazioni non sono buone in questo momento!”, ha poi twittato il capo della Casa Bianca.