Avvenire fa 50 anni e si rinnova. Tarquinio: una strada impegnativa ma ci crediamo

INBLU NOTIZIE

Milano, 4 dicembre 2018 – Esattamente 50 anni fa, il 4 dicembre 1968, usciva in edicola il primo numero di “Avvenire”. Il quotidiano nazionale dei cattolici italiani, fortemente voluto da Papa Paolo VI, celebra il suo primo mezzo secolo di vita con un’edizione speciale ed una grafica rinnovata, più efficace e leggibile. E per tre giorni – da oggi a giovedì – “Avvenire” sarà in edicola al prezzo promozionale di 50 centesimi.

 

Andrea Domaschio ha intervistato il direttore di “Avvenire”, Marco Tarquinio.

Ed oggi pomeriggio  – nella sede milanese del quotidiano, in piazza Carbonari  – la festa vive anche un momento comunitario ecclesiale, con la santa messa prenatalizia celebrata dal segretario generale della Cei, mons. Stefano Russo.

Il segretario generale della Cei, mons. Russo: “Un quotidiano vivo, vicino ai lettori, segno di libertà nel nostro Paese”

Festa per i 50 anni dall’uscita del primo numero di “Avvenire”, che debuttava in edicola il 4 dicembre 1968. Oggi, per celebrare il mezzo secolo, il quotidiano dei cattolici italiani è in edicola a soli 50 centesimi (e lo sarà fino a giovedì). Ed ha rinnovato la sua veste grafica. Nel pomeriggio, nella sede milanese di “Avvenire”, la messa celebrata dal segretario generale della Cei, mons. Stefano Russo. Che – al microfono di Andrea Domaschio – così parla dei 50 anni del giornale della Chiesa italiana