Atlante

ATLANTE: Il blocco della Saipem 12000 nelle acque di Cipro e gli interessi turchi nel Mediterraneo orientale – Puntata del 18 febbraio 2018

Il blocco attuato il 9 febbraio dalla Marina militare turca nei confronti della piattafroma dell’Eni “Saipem 12000”, che si stava dirigendo verso la Zona Economica Esclusiva di Cipro per iniziare operazioni di trivellazione su licenza del governo di Nicosia, ha portato all’attenzione dell’opinione pubblica gli interessi energetici nel Mediterraneo orientale e il ruolo strategico che l’isola […]

ATLANTE: La crisi del Lago Ciad – Puntata del 21 gennaio 2018

Mentre l’Italia decide l’invio di propri militari in Niger, Atlante si occupa della crisi del lago Ciad, una delle più complesse al mondo e nello stesso tempo la più dimenticata e sotto-finanziata dalla comunità internazionale. Una crisi in cui, a causa della siccità e della violenza di Boko Haram, è rischio la sopravvivenza di oltre […]

ATLANTE: Venti di secessione in Camerun, si aggrava la crisi anglofona – Puntata del 7 gennaio 2017

In Camerun si aggrava di giorno in giorno la cosiddetta crisi anglofona. Nel Nord-Ovest e nel sud est si sta assistendo a un’escalation militare con morti e feriti da quando, il 1° ottobre scorso, sono state promosse grandi manifestazioni di protesta represse dal governo di Yaoundé e i separatisti hanno proclamato l’indipendenza della Repubblica di Ambazonia. Questo in un Paese […]

ATLANTE: Il Sudafrica riparte da Cyril Ramaphosa – Puntata del 24 dicembre 2017

Cyril Ramaphosa è stato eletto segretario dell’African National Congress, il partito che da 23 anni guida il Sudafrica, scalzando la rivale, l’ex moglie di Jacob Zuma, Nkosazana Dlamini-Zuma. Il successo spalanca le porte della presidenza all’ex delfino di Nelson Mandela, che ora ha davanti a sé numerose sfide per rimettere in piedi un Paese piagato dalla corruzione […]

ATLANTE: Il Tribunale dell’Aja chiude i battenti, l’ultimo atto le condanne a Mladic e al sestetto croato-bosniaco – Puntata del 10 dicembre 2017

Il 31 dicembre 2017 il Tribunale penale internazionale dell’Aja per i crimini nella ex Jugoslavia chiuderà ufficialmente i battenti dopo quasi 25 anni di lavoro, circa 160 atti d’accusa, oltre 100 condanne e 5000 testimoni sentiti, una ventina di assoluzioni. L’atto finale sono state le sentenze di condanna del generale serbo-bosniaco Ratko Mladic e di sei leader […]