Pensioni, Furlan a InBlu: “No Cgil non fa bene a unità sindacale. Passi avanti notevoli”

Il segretario generale della Cisl a InBlu Radio: “Vigileremo su Finanziaria affinchè tutto finisca nelle tasche dei lavoratori”

 

Roma, 22 novembre 2017. “Solo la Cgil ha espresso un parere contrario alla proposta del governo. Questo non fa bene all’unità sindacale. La Cgil ha sbagliato”. Lo ha detto il segretario generale della Cisl, Anna Maria Furlan, in un’intervista a InBlu Radio, il network delle radio cattoliche della Cei, in merito al tavolo tecnico con il governo sul tema delle pensioni.

“Sono convinta – ha aggiunto la Furlan – che quando si fa un negoziato e si portano a casa risultati importanti questo deve essere chiuso positivamente. Semmai oggi dovremmo vigilare affinchè nel percorso della Finanziaria queste cose vadano veramente nelle tasche dei lavoratori”.

“Abbiamo espresso – ha proseguito la Furlan – un giudizio molto positivo sulla sintesi del governo. Diamo un parere positivo perchè tutto questo è coerente con l’accordo che avevamo fatto in precedenza sulla previdenza. L’anno scorso abbiamo portato a casa l’Ape social per i lavori gravosi, la 14° per i pensionati sotto i mille euro al mese e il cumulo gratuito dei contributi per i giovani. Quest’anno portiamo a casa il blocco dell’aspettativa di vita sia per le pensioni di anzianità che quelle di vecchiaia per 15 categorie e un sistema di calcolo diverso e più vantaggioso per i lavoratori. Possiamo dire di aver fatto passi avanti notevoli”.

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone