Buona la prima – Santa Subito – Il docufilm su giovane pugliese uccisa dopo anni di stalking, che ha vinto il premio del pubblico alla festa del Cinema di Roma

29 Ottobre 2019

Santa Subito – Il docufilm di Alessandro Piva ha vinto il premio del pubblico alla Festa del cinema di Roma. Era uno dei due titoli italiani tra i 33 selezionati in tutto il mondo per il festival. E’ la storia della prima vittima di stalking e femminicidio nel nostro Paese. “Santa Subito”, infatti, racconta la storia di Santa Scorese, giovane attivista cattolica, e considerata serva di Dio dalla Chiesa cattolica. Viveva vicino a Bari e per anni è stata seguita, minacciata con atti anche violenti da un giovane squilibrato conosciuto anche dai servizi sociali. A niente sono servite le denunce della ragazza e dei suoi genitori. Dopo tre anni di persecuzioni l’uomo la accoltella a morte davanti alla sua abitazione. Aveva 23 anni. Era il 1991. La vicenda di Santa racconta anche una società ancora impreparata ad affrontare i reati di genere e lo stalking. Il docufilm , prodotto da Fondazione con il Sud e Apulia film commission risponde all’obiettivo del bando “Social film Fund Con Il Sud”: raccontare per immagini il Sud attraverso i fenomeni sociali che lo caratterizzano. Focus con Alessandro Piva, regista. È il tema della puntata di Buona la prima, condotto da Federica Margaritora, in onda dal lunedì al venerdì alle 18.13. Il programma, che approfondisce le notizie del giorno, apre con i desk dei principali quotidiani nazionali e locali: oggi la prima pagina de Il Sole 24 Ore, con Roberto Iotti, caporedattore centrale, e la prima pagina di Repubblica-Palermo con Enrico del Mercato, caporedattore.

Download