Buona la prima
‘Ndrangheta, procuratore Reggio C.: Pelle era uno dei più pericolosi. L’arresto grazie alla cooperazione con Interpol

30 marzo 2021 – Francesco Pelle, 44 anni, boss della ‘Ndrangheta, e’ stato arrestato a Lisbona. Irreperibile dal 2007, è stato trovato dai carabinieri in una clinica della capitale portoghese dove era in cura per il Covid. Originario di Locri e soprannominato ’Ciccio Pakistan’, era ricercato (anche all’estero) dal giugno del 2019 per associazione per delinquere di tipo mafioso e omicidio. Condannato alla pena dell’ergastolo, Pelle figura fra i trenta latitanti più pericolosi. “Pelle Francesco, detto Ciccio Pakistan, era uno dei latitanti più pericolosi della ‘ndrangheta ancora in circolazione. Ringrazio per il lavoro svolto i Carabinieri di Reggio Calabria e di Locri che, grazie anche al supporto di I-CAN dell’Interpol, non hanno mai smesso di cercare il latitante dopo che aveva fatto perdere le tracce subito dopo il passaggio in giudicato della sua condanna all’ergastolo”. Lo ha detto il procuratore capo di Reggio Calabria, Giovanni Bombardieri. “Importante – ha aggiunto – è stata la collaborazione della Polizia Giudiziaria portoghese che ringrazio, e che ancora volta dimostra come il contrasto alla ’ndrangheta non puo’ che passare dalla via della cooperazione tra Autorità Giudiziarie e Polizie Giudiziarie dei vari Paesi europei ed extraeuropei attese le proiezioni della ’ndrangheta stessa in tutto il mondo”. Focus con Michele Albanese, Quotidiano del Sud. È il tema della puntata di Buona la prima, condotto da Federica Margaritora, in onda dal lunedì al venerdì alle 19.40. Il programma, che approfondisce le notizie del giorno, apre con i desk dei principali quotidiani nazionali e locali: oggi la prima pagina di Avvenire con il direttore, Marco Tarquinio, e la prima pagina di Repubblica-Palermo, con Fabrizio Lentini, vicecaporedattore.

Download