Chiesa e Comunità
Giovedì Santo. Il Papa: l’annuncio del Vangelo è sempre legato all’abbraccio di una Croce concreta

1 aprile 2021

Le parole del Papa nell’omelia della Messa Crismale nella mattina del Giovedì Santo, hanno aperto la puntata di Chiesa e comunità del 1 aprile. Francesco ha invitato a ricordare che la Croce non è accidentale, che la Croce non si negozia, che l’annuncio del Vangelo e la Croce vanno insieme. Nella giornata in cui si celebra l’istituzione dell’Eucaristia e con la Parola che fa memoria della lavanda dei piedi fondando la relazione fraterna nel servizio reciproco, arriva la notizia che trenta persone rifugiate e alcuni dei volontari che se ne prendono cura, sabato saranno vaccinati in Vaticano su iniziativa di Papa Francesco. A parlarne con Alessandra Giacomucci in studio, il presidente del Centro Astalli, il servizio dei gesuiti per i rifugiati, padre Camillo Ripamonti.

Pandemia e linguaggio da guerra: non è una battaglia, ma un’esperienza di cura quella che stiamo vivendo, dice il presidente di Pax Christi Italia monsignor Giovanni Ricchiuti.

Microfoni aperti nella pagina conclusiva di Chiesa e comunità sulla Terra Santa dove la comunità cristiana si prepara a vivere intensamente queste giornate del Triduo e la celebrazione della Pasqua, tenendo nel cuore e nella preghiera altri contesti dove la pandemia ha portato povertà e crisi come a Betlemme o dove la guerra continua a portare morte e distruzione come la Siria. Il custode di Terra Santa padre Francesco Patton chiede la solidarietà concreta di tutti i credenti e degli uomini di buona volontà.

Download