Il territorio parla
Abruzzo: Maiella geoparco Unesco; Puglia: “Via Francigena. Road to Rome 2021”; Varese: trasporto pubblico e ibrido

4 maggio 2021

Il primo collegamento dè con Massimo Alesii, Radio L’Aquila 1. Dallo scorso 22 aprile il territorio del Parco Nazionale della Maiella in Abruzzo è diventato Geoparco mondiale dell’Unesco con il nome di ‘Majella Geopark’. Un territorio nel cuore dell’Abruzzo con 140 milioni di anni di storia geologica, esteso su 740 chilometri quadrati, con 60 cime metà delle quali oltre i 2000 metri, oltre 40 specie di mammiferi, 118 specie di farfalle diurne, 5 specie vegetali esclusive: tutto questo, e molto altro, è il Parco nazionale della Maiella, luogo elettivo dei grandi Eremiti fra cui San Celestino V ovvero Pietro da Morrone. Un risultato importante per l’Abruzzo intero, che porterà benefici a livello di sviluppo sostenibile delle comunità locali e permetterà al Geoparco di collaborare con oltre 160 territori riconosciuti in tutto il mondo. Il riconoscimento è stato possibile in particolare per l’elevata geodiversità del territorio in cui insistono 95 geositi di cui almeno 22 di valore internazionale. Il Parco ha ricevuto la dichiarazione di Geoparco Unesco quale patrimonio dell’Umanità per le speciali caratteristiche che uniscono geologia, biodiversità, storica presenza dell’uomo e la cultura sviluppata nel tempo. Le parole del Direttore del Parco, Luciano Di Martino.

Il secondo collegamento è con Angelica Sicilia, Radio Diaconia InBlu, Fasano. “Via Francigena. Road to Rome 2021” Pellegrinaggio organizzato in occasione del 20° anniversario della fondazione dell’Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF). Partirà da Canterbury il prossimo 16 giugno e toccherà Inghilterra, Francia, Svizzera e Italia per concludersi il 18 ottobre a Santa Maria di Leuca. Da percorrere a piedi e in bicicletta, lungo i 3.200 km della Via Francigena. La conclusione in Puglia coinvolge anche Fasano (Br), che sarà protagonista del passaggio dei viandanti provenienti da tutta Europa nel weekend del 10 e dell’11 ottobre, quando i partecipanti, partendo da Monopoli e passando da Savelletri e Torre Canne, arriveranno a Torre Santa Sabina. Le parole di Francesco Zaccaria, sindaco di Fasano. Uno dei principali obiettivi di questo evento è quello di rilanciare il turismo culturale sostenibile lungo la Via Francigena e gli altri itinerari europei, nonché di sostenere la candidatura della Via Francigena alla Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO. Tra gli altri obiettivi, sensibilizzare le comunità locali, gli escursionisti e il pubblico internazionale sui temi della tutela ambientale e dei viaggi responsabili; salvaguardare e promuovere il patrimonio culturale e naturale della Via Francigena; supportare le associazioni locali e il settore privato che operano Iungo la Via Francigena (tour operator, albergatori, ristoratori e fornitori di servizi).

Il terzo collegamento è con Fabio Gandini, Radio Missione Francescana. Varese: il trasporto pubblico passa all’ibrido. Da ieri la città lombarda possiede una flotta di trasporto pubblico tra le più giovani d’Italia (6,6 anni contro una media nazionale di 12). Il traguardo è stato raggiunto grazie all’inaugurazione di 11 nuovi autobus, evento che segue all’immissione nella flotta negli ultimi anni di mezzi di categoria euro 6. Gli undici nuovi autobus sono ibridi (sfruttano la tecnologia della trazione elettrica) e quindi totalmente ecologici. Si è calcolato che essi permetteranno di risparmiare 400 tonnellate di CO2 all’anno e produrranno 4 tonnellate di inquinanti come il pm10 e NOx in mano. Varese è stata la prima città a sfruttare i fondi garantiti dal “Piano Strategico per la mobilità sostenibile” promosso dal Ministero per le Infrastrutture e Trasporti, un finanziamento di 5 milioni di euro di cui 2 milioni utilizzati proprio per l’acquisto degli autobus ecologici. Le parole del sindaco, Davide Galimberti.

Download