Daghestan: 22enne spara davanti alla chiesa ortodossa di San Giorgio. Morte 5 donne

Tensione in Daghestan, dove un 22enne ha sparato davanti alla chiesa ortodossa di San Giorgio a Kizlyar uccidendo cinque donne. Per il Patriarca russo, Kirill, l’attacco, sferrato nella cosiddetta “domenica del perdono” che per gli ortodossi russi dà inizio alla Quaresima e rivendicato dall’Isis, è un “crimine mostruoso” che mira a “provocare discordia tra gli ortodossi e i musulmani, che nel Caucaso vivono in pace da secoli”. Giorgia bresciani ha chiesto ad Aldo Ferrari, docente di Storia del Caucaso all’Università Ca’ Foscari di Venezia e direttore dei Programmi di ricerca su Russia, Caucaso e Asia dell’Ispi, un aiuto per interpretare e contestualizzare questo grave atto terroristico.

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone