Bizzeti, vicario apostolico in Anatolia: in Turchia più i cristiani profughi che autoctoni

InBlu notizie

4 maggio 2018 – Paolo  Bizzeti, vicario apostolico dell’Anatolia, gesuita, lavora al confine con la Siria. Testimonia dell’interruzione del flusso di profughi. Il muro turco ha anche dei sistemi di monitoraggio sofisticati, forniti dall’Europa. In questi giorni monsignor Bizzeti è in Italia per studiare con la Caritas come sostenere in qualche modo i rifugiati. La Chiesa ha dei precisi limiti legali per intervenire in Turchia. La presenza cristiana è piccola, ma adesso si trova a vivere un paradosso, con un numero maggiore di cristiani profughi rispetto agli autoctoni. Il servizio di Marino Galdiero

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone