Raid Casamonica, Presidente VII Municipio a InBlu Radio: “Romanina abbandonata. Gente ha paura ad alzare la testa”

PIAZZA INBLU

Monica Lozzi a InBlu, la radio della Cei: “Dobbiamo disturbarli riprendendoci il territorio”

intervista di Chiara Placenti:

Roma 8 maggio 2018. “La Romanina purtroppo è da sempre sede del clan Casamonica. E’ difficile per chi ci vive alzare la testa perchè essendo un territorio di periferia è lasciato abbandonato a se stesso”. Lo ha detto la presidente del VII Municipio di Roma, Monica Lozzi, in un’intervista a InBlu Radio, il network delle radio della Cei, in merito all’arresto di quattro persone per la duplice aggressione il1 aprile in un bar alla Romanina, nella periferia est di Roma. Agli arrestati, tra cui Antonio Casamonica, è stata contestata anche l’aggravante del metodo mafioso.
“È la prima volta, negli ultimi anni, – ha aggiunto Lozzi – in cui viene fuori una manifestazione così violenta ed eclatante. Di solito i Casamonica tendono ad avere un profilo basso perchè lì gestiscono i loro affari. Sono rimasta stupita di questo gesto così violento perchè così hanno alzato l’attenzione mediatica nei loro confronti. Quel territorio è l’area dei Casamonica per lo spaccio e l’usura. E’ un’area periferica abbandonata e le forze dell’ordine non hanno più i fondi necessari per un controllo approfondito del territorio”.
“Dobbiamo riprenderci il controllo del territorio – ha proposto la presidente del Municipio – ricreando la comunità che oggi è persa. Dare vicinanza alla cittadinanza buona di quei territori è un modo per disturbare i Casamonica. Se noi portiamo lì visibilità, eventi di cultura e sport automaticamente disturbiamo le loro attività. Purtroppo non sempre con la repressione giudiziaria si risolvono i problemi. Serve anche la comunità”.

Tweet about this on TwitterShare on Tumblr0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on Facebook0Email this to someone