Buona la prima – Prove generali – Registi, attori e produttori alla prova del set post-Covid e sulla riapertura delle sale è polemica. Rutelli: non ci sono le condizioni. Focus con Roberto Andò, regista

11 giugno 2020

Cinema, teatri e arene riaprono lunedì prossimo, il 15 giugno, con le regole stringenti stabilite dalla Conferenza Stato-regioni. Al chiuso sarà obbligatoria la mascherina e il metro di distanza. Si può ricominciare a girare film e ad allestire spettacoli teatrali, ma sempre seguendo misure idonee alla prevenzione e alla sicurezza sanitaria. C’erano anche produzioni già pronte poi bloccate dal Coronavirus. Ma sulle linee guida per la riapertura del cinema si sono già scatenate le polemiche e il presidente dell’Anica, Francesco Rutelli, non ci sono le condizioni per riaprire le sale. Per il settore la chiusura ha pesato per 30 milioni di euro, con 7000 lavoratori in cassa integrazione e 20.000 dell’indotto senza certezze. Gli esercenti evidenziano che con queste regole la stragrande maggioranza delle sale, che sono oltre 4000 in Italia, non riescono a funzionare. Focus con Roberto Andò, regista cinematografico e teatrale, sceneggiatore e scrittore, nel 2017 direttore artistico delle rappresentazioni classiche dell’Istituto Nazionale del Dramma Antico di Siracusa. È il tema della puntata di Buona la prima, condotto da Federica Margaritora, in onda dal lunedì al venerdì alle 18.13. Il programma, che approfondisce le notizie del giorno, apre con i desk dei principali quotidiani nazionali e locali: oggi la prima pagina di Leggo con il direttore, Davide Desario, e la prima pagina de La Sicilia, con il direttore, Antonello Piraneo.

Download