Il territorio parla
Toscana, GKN: riavviate procedure di licenziamento; FVG, Covid: da lunedì regione in zona gialla; Puglia, migranti: tre sbarchi in Salento

23 novembre 2021

Il primo collegamento de Il territorio parla, condotto da Federica Margaritora dal lunedì al venerdì alle 16.35, è con Radio Toscana, Giovanni Ciappelli.
Un patto di difesa per la Gkn, “dopo l’annuncio da parte dell’azienda della riapertura della procedura di licenziamento a dicembre”, e un’espansione della mobilitazione con una nuova iniziativa denominata ‘Insorgiamo tour’. E’ quanto emerso nei giorni scorsi nell’assemblea indetta dal collettivo di fabbrica della Gkn di Campi Bisenzio. Il fondo britannico Melrose, proprietario dello stabilimento, ha annunciato l’individuazione di alcuni soggetti potenzialmente interessati alla reindustrializzazione del sito ma allo stesso tempo ha riaperto le procedure di licenziamento per i dipendenti come già accaduto nel luglio scorso. Le parole di Matteo Moretti, rsu Gkn. Sul fronte del lavoro in Toscana è stato attivato un protocollo per garantire maggiori diritti ai riders: Regione, Cgil, Cisl e Uil e alcune aziende toscane del settore del food delivery hanno sottoscritto un accordo che stabilisce l’estensione del contratto nazionale del lavoro della logistica e dei trasporti ai ciclofattorini. Le aziende aderenti potranno fregiarsi di un “bollino etico” così da segnalare ai consumatori le realtà che garantiscono corrette condizioni contrattuali ai propri riders. Le parole di Ciro Recce, segretario generale della Cisl Toscana
Il secondo collegamento è con Radio Spazio 103 Udine, Alvise Renier.
Covid – Da lunedì prossimo il Fvg sarà sicuramente zona gialla. Diverse le cause per cui la regione si trova a questo punto: manifestazioni, mobilità, zona di confine con Paesi che non hanno adottato le nostre regole. Le parole di Riccardo Riccardi, vicepresidente e assessore regionale alla salute. Anche il presidente del FVG Fedriga ha chiesto, insieme a molti altri governatori, l’introduzione del super GreenPass. Aumentano i contagi al confine anche per la mancanza di una politica sanitaria comune. In Austria (dove c’è il lockdown al momento) e in Slovenia (dove il 50% dei tamponi effettuati è positivo, dati di ieri).
Il terzo collegamento è con Radio Frate Sole Brindisi, Annachiara Guadalupi.
Migranti – Tre sbarchi consecutivi sulle coste salentine: arrivano in duecento e tra di loro molti sono bambini. A distanza di una settimana esatta dal maxi-sbarco avvenuto a Santa Maria di Leuca (oltre 200 migranti stipati su un peschereccio e rintracciati a 70 miglia marittime dalla costa), nell’ultimo fine settimana se ne sono verificati altri due con anche intere famiglie con bambini. Poi un terzo arrivo a Leuca. Le parole di Massimo Buccarello mediatore culturale presso la Caritas diocesana di Ugento Santa Maria di Leuca

 

Download