Buona la prima – Povertà educativa minorile: i danni generazionali della pandemia nella ricerca di Con i Bambini e del Fondo per il contrasto

18 novembre 2020

Dall’indagine condotta da Demopolis “Gli Italiani e la povertà educativa minorile nell’era Covid” emerge che a pagare il prezzo a lungo termine dell’emergenza saranno i più piccoli: ne sono convinti i due terzi del campione. La mancanza di dispositivi informatici adeguati e di connessioni idonee si è rivelata un problema nel 14% dei casi, un dato che cresce al 22% al Sud. Ma per il 45% le difficoltà della didattica a distanza dipendono dalla scasa capacità di attenzione dovuta proprio alla modalità. Gli italiani restano convinti – sono il 91% – che le opportunità dell’istruzione non siano oggi garantite equamente per tutti nel nostro Paese. Ma l’educazione dei giovani non è solo questione della scuola. Per il 67% la responsabilità dei minori è di tutta la comunità, dato che si attestava al 49% nella rilevazione dello scorso anno. Per il 91% la diffusione della povertà educativa è un fenomeno grave e 9 su 10 ritengono importanti, per lo sviluppo del Paese, le azioni di contrasto al fenomeno. Focus con Carlo Borgomeo, presidente Fondazione Con il Sud, a cui fa capo l’impresa sociale Con i Bambini. È il tema della puntata di Buona la prima, condotto da Federica Margaritora, in onda dal lunedì al venerdì alle 18.13. Il programma, che approfondisce le notizie del giorno, apre con i desk dei principali quotidiani nazionali e locali: oggi la prima pagina del Corriere della Sera, con Carlo Baroni, caporedattore centrale, e la prima pagina del Messaggero con Lorenzo De Cicco, del desk cronaca di Roma.

Download