Buona la prima
Covid, Aifa: sì condizionato agli anticorpi monoclonali per la cura

4 febbraio 2021 – La Commissione tecnico scientifica dell’Aifa ha dato parere positivo a certe condizioni per l’uso degli anticorpi monoclonali in Italia. Nello specifico si tratta di due anticorpi monoclonali per il trattamento di Covid-19, quelli prodotti da Regeneron e da Eli Lilly, con alcune condizioni, come da legge 648/1996 che prevede l’approvazione di medicinali in corso di sperimentazione clinica o utilizzati in altri Paesi quando non esiste un’alternativa terapeutica valida. La Cts ha previsto limitazioni in linea con quelle del Canada e dell’Fda negli Stati Uniti: i farmaci sono destinati a pazienti in fase precoce con alto rischio di evoluzione. Un via libera molto atteso dagli addetti ai lavori. Una macchina ausiliaria che permetterà di concludere, con meno urgenza, la campagna vaccinale, sostenendo i pazienti che via via si ammaleranno: questa la funzione, nell’attuale scenario, degli anticorpi monoclonali. Focus con Roberto Cauda, direttore di Malattie Infettive del Policlinico Gemelli, Roma. È il tema della puntata di Buona la prima, condotto da Federica Margaritora, in onda dal lunedì al venerdì alle 19.40. Il programma, che approfondisce le notizie del giorno, apre con i desk dei principali quotidiani nazionali e locali: oggi la prima pagina di Repubblica, con Gabriele Isman, del desk centrale, e la prima pagina della Gazzetta del Mezzogiorno, con Michele Partipilo, caporedattore centrale.

 

 
Download