Il territorio parla
Toscana: cresce il volontariato in tempo di Covid; Sicilia: la storia di due giovani ‘alfieri della Repubblica’; Senigallia: Giornata mondiale autismo, l’impegno di A.R.C.A.

31 marzo 2021

Il primo collegamento è con Giovanni Ciappelli, di Radio Toscana, per parlare di Covid e volontariato.
Nonostante la situazione difficile a livello sociale ed economico causata dalla pandemia arrivano belle esperienze dal mondo del volontariato, in particolare dalle Misericordie della Toscana: il coordinamento delle Confraternite dell’area fiorentina ha ricevuto una donazione da una persona, che ha scelto di tenere privato il gesto, con cui verrà attivato un ulteriore progetto a sostegno di famiglie in difficoltà. Le parole di Enrico Sardelli, direttore Coordinamento Misericordie area fiorentina. L’emergenza Covid ha visto anche l’arrivo di tanti nuovi volontari che in questi mesi si sono messi a disposizione per aiutare le associazioni nelle loro attività. Spesso sono stati i giovani che hanno scelto di mettersi in gioco concretamente, come ha fatto Martina Rutili che ha deciso di trasformare il proprio periodo di servizio civile alla Misericordia di Campi Bisenzio (Fi) in un servizio di volontariato stabile. Il racconto di Martina.

Il secondo collegamento è con Giuseppe Cuva, di Radio 3m Mistretta, per parlare di due giovani siciliani, che sono tra i 28 ragazzi nominati alfieri della repubblica dal presidente Sergio Mattarella. Si tratta di Andrea Lo Guzzo, 17 anni di Nicosia (EN) e di Maria Piera Calandra, 16 anni di Alcamo (TP). Andrea Lo Guzzo è stato insignito del titolo di Alfiere della Repubblica per una sua azione ricca di coraggio, senso civico e legalità perpetrata qualche anno fa quando riuscì a risalire all’identità di un pirata della strada che, in pieno centro abitato a Nicosia, aveva investito un bambino di 8 anni non prestandogli soccorso e fuggendo. Andrea una volta arrivato all’identità dell’automobilista si è recato subito alla questura di Nicosia e ha denunciato l’uomo assicurandolo alla giustizia. Il suo racconto.
Maria Piera Calandra è una volontaria della Croce Rossa di Alcamo. Da inizio pandemia si è schierata in prima linea per dare una mano ai bisognosi e durante il lockdown dello scorso anno ha distribuito la spesa alle famiglie meno abbienti, consegnato farmaci a domicilio e nelle ultime settimane ha assistito gli anziani in coda in ospedale in attesa del vaccino. Maria Piera è il simbolo della campagna “il tempo della gentilezza” promossa nel 2020 dalla Croce Rossa per far fronte all’emergenza covid 19. Le sue parole.

Il terzo collegamento è con Laura Mandolini, di Radio Duomo Senigallia, per parlare della giornata mondiale dell’autismo e di un’associazione locale impegnata su questo fronte. La Fondazione A.R.C.A. (autismo, relazioni, cultura e arte) è un’organizzazione onlus di Senigallia che lega due dimensioni: l’autismo e le disabilità intellettive con l’arte. Lo scopo della Fondazione è di garantire aiuto, assistenza, salvaguardia, servizi, attività e quanto è necessario nella fase di crescita fino all’età adulta e nel durante dopo di noi. Il 2 aprile di ogni anno si celebra la Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo e anche quest’anno i comuni marchigiani aderenti all’iniziativa “M’illumino di blu” illumineranno in questa giornata un monumento simbolo della propria città, per sensibilizzare la cittadinanza su questo tema. Le parole di Marina Ballanti, bibliotecaria presso la Biblioteca speciale della Fondazione, un bellissimo spazio dedicato a persone con autismo e con disabilità intellettive, che ci aggiorna su quanto accadrà a Senigallia e nel territorio marchigiano.

Download