Il territorio parla
Sardegna, Air Italy: a rischio 1300 dipendenti; Varese: ‘Restart’ contro dispersione scolastica; Castel Di Lucio (Me): giovani piantano alberi dopo incendi

24 novembre 2021

Il primo collegamento de Il territorio parla, condotto da Federica Margaritora dal lunedì al venerdì alle 16.35, è con radio Kalaritana, Roberto Comparetti.

La vertenza Air Italy si sta incanalando su un binario morto: a dicembre 1.300 persone rischiano di trovarsi in strada.

Ancora una fumata nera sul futuro dei 1.322 lavoratori di Air Italy. Nell’ultimo confronto fra le parti sociali, l’azienda e i ministeri del Lavoro e dei Trasporti, il liquidatore della compagnia aerea ha ribadito che Air Italy non ha nessuna intenzione di chiedere il prolungamento della cassa integrazione e proseguirà con la procedura di licenziamento collettivo, che scatterà dall’8 dicembre, e con la chiusura della liquidazione. Una nuova doccia fredda per o dipendenti dell’ex Meridiana che speravano in una maggiore sensibilità e in un’assunzione di responsabilità da parte dell’azienda. Le parole di Elisabetta Manca della Segretaria Uiltrasporti Nord Sardegna.

Il secondo collegamento è con Radio Missione Francescana, Fabio Gandini.

Iniziativa Restart, rivolta ai preadolescenti e agli adolescenti dei Comuni di Varese e Malnate e orientata a contrastare la povertà educativa tra i giovanissimi diminuendo la dispersione e l’abbandono scolastico. È stata lanciata nell’ottobre 2020, con un orizzonte temporale di tre anni, ma in realtà è partita solo di recente a causa del Covid. Coinvolgerà 5000 ragazzi e ragazze dai 13 ai 20 anni e 500 famiglie, con specifica attenzione ai casi più problematici segnalati. La volontà di creare una rete così ampia nasce da un dato allarmante: l’abbandono degli studi a Varese si attesta intorno al 14% dei giovani tra i 15 e i 24 anni, una media più alta sia di quella regionale (12%), che di quella italiana (13,1%). Le parole di Massimiliano Potenzoni, educatore professionale, pedagogista e coordinatore operativo del progetto.

Il terzo collegamento è con Radio 3 m Mistretta, Giuseppe Cuva.

A Castel di Lucio in occasione della festa dell’albero alla presenza dell’Assessore Regionale al Territorio e all’Ambiente, Toto’ Cordaro si è parlato di cura e salvaguardia della terra in un convegno organizzato insieme all’ Ispettorato Dipartimentale Forestale di Messina. Dopo gli incendi dell’agosto scorso che hanno devastato il territorio e le alluvioni delle ultime settimane, occorrono comportamenti più adeguati da parte dei singoli cittadini e delle Istituzioni. L’albero è un bene prezioso che deve essere tutelato come i nostri boschi comunali sono i polmoni del nostro territorio. L’amministrazione comunale si è impegnata nella tutela dell’ecosistema. Tante le misure concrete adottate in questi anni. Ospiti speciali i tanti volontari che nei giorni tra il 4 e il 5 agosto si sono prodigati nella difesa delle case e delle aziende accerchiate dalle Fiamme. Le parole di Pippo Nobile, sindaco di Castel di Lucio (Messina)

Download