News

Gualtieri: stima del Pil confermata a -8%

12 giugno 2020 Emergenza coronavirus ed emergenza economica. Il Prodotto interno lordo atteso ancora al meno 8 per cento quest’anno in Italia. Lo ha indicato il ministro dell’Economia che vede rischi al ribasso ma anche dati in linea con la previsione, in alcuni casi migliori. Intanto secondo l’Istat sono 101mila in meno gli occupati nel […]

Aumentano i laureati al lavoro dopo un anno dalla fine degli studi universitari

11 giugno 2020 Anche in Italia cresce il numero dei laureati che trovano occupazione entro un anno dalla fine dei propri studi universitari. Lo evidenzia il Rapporto 2020 di Almalaurea, presentato stamane al ministero per l’Università e la Ricerca, a Roma. Il servizio di Andrea Domaschio    Nel 2019 oltre il 70% dei laureati ha […]

Istat, produzione industriale in profondo rosso ad aprile

Crollo record, per effetto del lockdown, per la produzione di autoveicoli: meno 100 per cento ad aprile rispetto a marzo. È quanto indica l’Istat, che calcola un calo dell’11,9 per cento della produzione industriale in Italia sempre ad aprile su marzo e del 42,5 per cento su base annua. Il servizio di Elena Seno

Mancata zona rossa, i pm di Bergamo sentiranno Conte

10 giugno 2020. Coronavirus, nell’ambito dell’inchiesta sulla mancata zona rossa a Nembro e Alzano i pubblici ministeri di Bergamo sentiranno il premier Conte e alcuni ministri. L’audizione, non ancora fissata, dovrebbe avvenire a Roma. Servizio di Alessio Orlandi

Ocse: con seconda ondata Pil italiano giù del 14%

10 giugno 2020. Il Pil dell’Italia dovrebbe crollare del 14% nel 2020 prima di risalire del 5,3% nel 2021 nel caso ci fosse una seconda ondata di coronavirus, lo affermano le Prospettive economiche dell’Ocse, mentre in una lettera alla presidente della Commissione europea von der Leyen la cancelliera tedesca Merkel, il presidente francese Macron e […]

Ex Ilva, inaccettabile per il governo il piano di A.Mittal

9 giugno 2020. Il governo boccia il piano presentato da ArcelorMittal per l’ex-Ilva giudicandolo “inaccettabile”. E mentre i sindacati escono “delusi” dal confronto con l’esecutivo, negli stabilimenti scoppiano le proteste contro i 5.000 esuberi. Il servizio di Giorgia Bresciani